Loading...

Assitenza PCT

Dal 19 gennaio 2017, in via sperimentale e temporanea, per avere assistenza sul Processo Civile Telematico, sia tecnica che giuridica, si può utilizzare il servizio "FAST HELP DESK AVVOCATO".

E' possibile inviare una richiesta all'indirizzo web https://ordini.remote-help.it:4333/bergamo/ ed attendere di essere ricontattati dall'operatore Fast Help Desk, entro le 8 ore lavorative successive.

Il servizio "FAST HELP DESK AVVOCATO" è attivo tutti i giorni lavorativi nelle fasce orarie 9.30/13.30 e 14.30/18.30.

I Processi telematici

L'avvento dell'informatica e della telematica nella società ha investito anche l'attività giudiziaria ed il legislatore è intervenuto con appositi provvedimenti normativi per disciplinare nuove modalità di procedura basate sull'interazione digitale tra parti, uffici giudiziari e ausiliari.

Attualmente sono attivi e disciplinati tre tipi di processi telematici:

  • Il Processo Civile Telematico
  • Il Processo Tributario Telematico
  • Il Processo Amministrativo Telematico

Il Processo Civile Telematico

Il Processo civile telematico è una serie di attività tipicamente processuali finora realizzate in forma cartacea, destinate a compiersi in via telematica (cioè da remoto) e che per questo richiedono il possesso di alcuni di strumenti informatici.

Al momento il concetto di PCT racchiude:

  • la consultazione on-line del fascicolo processuale, il deposito degli atti e documenti e l’iscrizione a ruolo
  • l'estrazione di atti, documenti, provvedimenti e copie dal fascicolo elettronico
  • le attività di comunicazione telematica con gli uffici giudiziari
  • le notificazioni effettuate via p.e.c.
  • il pagamento telematico del contributo unificato

Per provvedere al deposito di ATTI E DOCUMENTI processuali è necessario “confezionarli” secondo specifiche regole tecniche  e spedirli in una “busta”, anch’essa  creata secondo specifiche regole tecniche. Le regole tecniche sono aggiornate volta per volta con decreti ministeriali.

Per informazioni concrete sul funzionamento e gli adempimenti: GLI ADEMPIMENTI NEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO (redatta dall’Avv. Stefania Giordano del Foro di Palermo, componente dell'Associazione CSPT "Centro Studi Processo Telematico", [distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale], con esempi pratici e guide passo-passo.)

Strumenti necessari per le funzionalità del PCT

  • Computer con connessione ad internet
  • Firma digitale (Qualsiasi fornitore va bene; l'Ordine di Bergamo si fornisce presso DCS S.r.l.)
  • Registrazione presso il Punto di accesso (Punto di accesso dell'Ordine degli Avvocati di Bergamo)
  • Casella PEC (dichiarata all'Ordine degli Avvocati: A seguito della segnalazione relativa al fatto che, in qualche caso, non risulta possibile sottoscrivere la Pec Gold tramite il Punto d’Accesso o Consolle avvocato, si comunica a tutti gli iscritti, qualora interessati, che l’adesione alla Pec Gold di Namirial (con suffisso nomeavvocato.cognomeavvocato@bergamo.pecavvocati.it), può avvenire direttamente dal seguente link:

    https://adesione.sicurezzapostale.it/avvocati/ senza la necessità di iscriversi preventivamente al “Punto d‘Accesso” Si ricorda che l’attivazione della nuova Casella Pec va comunicata al proprio Ordine

per assistenza rivolgersi a:

Call Center Namirial Sicurezza Postale : tel 199.122.007 – Fax 199.418.010

Scrivere all’indirizzo: pec@namirial.com

  • Software per i depositi e le consultazioni PCT (Consolle Avvocato o altro software o utilizzo dei servizi di pst.giustizia.it)

Il Processo Tributario Telematico

Dal 1° dicembre 2015 il processo tributario telematico è una realtà. Con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale del 10 agosto 2015, numero 184, del decreto del Direttore Generale delle Finanze, 4 agosto 2015, sono state definite le regole tecniche che le parti che intendono costituirsi con modalità telematica debbono rispettare.

Il Decreto costituisce la prima attuazione del Regolamento che disciplina l'uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario (decreto del Ministro dell'economia e delle finanze 23 dicembre 2013, n° 163).

Una volta effettuato il deposito tramite il "PTT" è possibile consultare il fascicolo processuale informatico ed i relativi atti tramite il rinnovato servizio del "Telecontenzioso".

Con la Circolare n° 2/DF dell'11/5/2016 sono state emanate le linee guida che forniscono spiegazioni sul SIGIT ed indicazioni sulle modalità di accesso ed utilizzo dei servizi del PTT.

Il Processo Amministrativo Telematico

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 febbraio 2016, n. 40 dedicato al Processo Amministrativo Telematico, attua quanto previsto dall'articolo 13 (rubricato “Processo Telematico”) dell'Allegato 2 al D.lgs. 2 luglio 2010, n. 104 che dispone che “Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentiti il Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa e il DigitPA, sono stabilite, nei limiti delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, le regole tecnico-operative per la sperimentazione, la graduale applicazione, l'aggiornamento del processo amministrativo telematico, tenendo conto delle esigenze di flessibilità e di continuo adeguamento delle regole informatiche alle peculiarità del processo amministrativo, della sua organizzazione e alla tipologia di provvedimenti giurisdizionali”, nell’ambito della disciplina generale riguardante il codice del processo amministrativo, disciplinato dall’Allegato 1 al D.lgs. 2 luglio 2010, n. 104, in attuazione dell’articolo  44  della  legge  18  giugno 2009, n. 69, con cui è stata  conferita la delega al Governo per il riordino  del  processo amministrativo.

Il PAT è in vigore dal 05/04/2016. La sua obbligatorietà, inizialmente prevista dal 01/07/2016, è stata differita al 1 gennaio 2017 dal Decreto Legge, 30/06/2016 n° 117, pubblicato nella G.U. 30/06/2016.

Nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – del 16 settembre scorso, è stato pubblicato il provvedimento di avvio della fase sperimentale del Processo Amministrativo Telematico (PAT) che coinvolgerà per il periodo dal 10 ottobre al 30 novembre 2016, in modo massimo le Sezioni giurisdizionali del Consiglio di Stato, del Consiglio della Giustizia Amministrativa della Regione Siciliana e i Tribunali Amministrativi Regionali. La sperimentazione avrà riguardo per i soli giudizi introdotti con i risorsi depositati in primo e secondo grado a far data dal 10 ottobre 2016.

In tale fase, ai fini della tempestività del deposito, si dovrà fare esclusivo riferimento alla data del deposito cartaceo.

Le specifiche tecniche alle regole sono pubblicate nella sezione “Processo Amministrativo Telematico” del sito istituzionale della Giustizia Amministrativa. Qui le "Istruzioni operative" per la sperimentazione.

Link utili: