Loading...

Verifica dell’esercizio della professione e Revisione albi: l’autocertificazione deve essere presentata entro il 30.04.21

Home / Verifica dell’esercizio della professione e Revisione albi: l’autocertificazione deve essere presentata entro il 30.04.21

Verifica dell’esercizio della professione e Revisione albi: l’autocertificazione deve essere presentata entro il 30.04.21

Nella Vostra area riservata di Sfera è stata attivata la piattaforma telematica relativa alla verifica dell’esercizio effettivo, continuativo, abituale e prevalente della professione e alla revisione di Albi ed Elenchi (art. 21, Legge Professionale; d.m. 25 febbraio 2016, n. 47).
Gli avvocati entro il 30.04.21 potranno così procedere con la compilazione e la presentazione dell’autocertificazione afferente il possesso dei requisiti previsti dalla Legge Professionale per il mantenimento dell’iscrizione all’Albo.
Poiché i dati personali sono acquisiti dalla propria scheda anagrafica, è necessario, prima di procedere alla compilazione, verificare ed eventualmente aggiornare i dati inseriti.
Chi è parte di uno studio associato se non ha una propria partita IVA nella propria scheda anagrafica deve inserire quella dello Studio Associato, quindi anche gli Studi Associati sono invitati a verificare la correttezza dei propri dati.
A seguito dell’invio il gestionale non rilascia attestazione del buon fine della spedizione.
Solo all’inizio del mese di maggio l’Ordine procederà alla verifica della ricezione ed eventualmente, solleciterà nuovamente la compilazione, senza pregiudizio per gli iscritti.
Invitiamo quindi a non richiedere conferma agli uffici del buon fine dell’inoltro.
Pubblichiamo di seguito una serie di FAQ relative alla compilazione dell’autocertificazione.

Scheda 1
“Sono diventata mamma nel corso del triennio 2017-2019 ma non so indicare l’esatto periodo di maternità”

Il periodo di maternità può essere indicato, in analogia a quanto previsto da Cassa Forense, dai due mesi antecedenti il parto ai tre mesi successivi. Se non ancora in corso, l’inizio o la fine della maternità devono ricadere nel triennio 2017-2019.

“Avvocata nei primi due anni di vita del bambino e/o nei due anni successivi all’adozione”

E’ rilevante, nel caso detta circostanza non sia ancora in corso, che si sia verificata quanto all’inizio o fine, nel corso del triennio 2017-2019: indicare le relative date.

“avvocato/a che è affetto/a o che è stato/a affetto/a da malattia che ne ha ridotto grandemente la possibilità di lavoro”

Indicare il periodo della malattia che, se non ancora in corso, deve avere avuto inizio o fine nel triennio.

Scheda 3
In relazione al requisito della condotta irreprensibile, in caso di condanne penali e/o sanzioni disciplinari definitive, anche risalenti nel tempo, rispondere NO ai punti e1) e/o e2).
Ciò non necessariamente comporta la mancanza del requisito della condotta irreprensibile.