Loading...

Decreto compensazione crediti-debiti avvocati pubblicato sulla GU n. 174 del 27 luglio 2016

Home / Decreto compensazione crediti-debiti avvocati pubblicato sulla GU n. 174 del 27 luglio 2016

Il ministro dell’Economia e delle Finanze - di concerto con il ministro della Giustizia - ha firmato in data 15 luglio il decreto che disciplina le modalità di compensazione dei crediti vantati dagli avvocati per l'attività svolta a seguito di ammissione al patrocinio a spese dello Stato, con quanto da essi dovuto per debiti fiscali.

In particolare, il decreto, in allegato, pubblicato sulla GU n. 174 del 27 luglio 2016 prevede la possibilità per gli avvocati, che vantino crediti per compensi liquidati dall’autorità giudiziaria con provvedimento di pagamento ai sensi dell’art. 82 del D.P.R. n. 115/2002 (T.U. Spese di Giustizia), che non siano stati ancora pagati (neppure parzialmente) e per i quali non sia stata proposta opposizione ai sensi dell’art. 170 del D.P.R. n. 115/2002, di porli in compensazione - attraverso la piattaforma elettronica di certificazione predisposta dal Ministero dell’Economia e delle Finanze - con quanto da essi dovuto per ogni imposta o tassa, compresa l’IVA, nonché contributi previdenziali per i loro dipendenti.

Tale facoltà potrà essere esercitata dal 17 ottobre al 30 novembre, per l'anno 2016 e dal 1 marzo al 30 aprile per gli anni successivi. L'autorità preposta alla liquidazione dei crediti è quella giudiziaria e la spesa autorizzata per l'anno in corso è di 10 milioni di euro.

 decreto ministeriale 15.7.2016